torna all'Home page

lo shop di danza
Sandalo insegnante Bloch € 49.90

curiositÓ: La Danse pour quatre garšons


Nonostante il rilievo che Marius Petipa diede alla danza femminile nelle sue creazioni, a quella maschile lasci˛ sempre uno spazio di una certa importanza, soprattutto per quanto concerne ruoli pantomimici di grande drammaticitÓ. L'apporto della danza maschile fu incrementato nell'ultima parte della carriera del grande coreografo: anche se non sempre impegn˛ i primi ballerini in variazioni solistiche, arricchý il ruolo di semplici accompagnatori della prima ballerina, che potevano avere nell'adagio dei passi a due. Allarg˛ il loro spazio interpretativo e li fece cimentare in importanti passaggi coreutici nella coda dei passi a due, negli svariati galop e apoteosi delle sue creazioni.

Ma ci˛ non avvenne soltanto per il protagonista. Nel III atto di Raymonda, Petipa introdusse addirittura una Danse pour quatre garšons, che al debutto furono Sergei Legat, Nicolas Legat, Georgi Kyaksht e Alexander Gorsky.
E' interessante il fatto che, sebbene elaborata dal coreografo, l'idea cosý insolita di un passaggio per quattro danzatori pare sia venuta a Enrico Cecchetti, mentre assisteva alle prove, destando immediatamente l'interesse di Petipa, che non si lasci˛ sfuggire la possibilitÓ di dare ulteriore rilievo ai solisti.

Nell'immagine: Gillot, Martinez e artisti dell'OpÚra di Parigi in Raymonda, versione Nureyev


ID=2692
13/9/2011
Marino Palleschi leggi gli articoli di marinoinvia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




cerca nel giornale  

Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961